Un cordiale benvenuto


La direttive per una buona prassi procedurale


Con la direttive per una buona prassi procedurale (precedentemente direttiva sull'igiene), il nostro ramo dispone dal 2008 di uno strumento di autocontrollo giuridicamente vincolante e aperto a sviluppi futuri che semplifica alla persona responsabile della sicurezza alimentare il lavoro pratico quando attua la direttiva e documenta per iscritto quanto effettuato. La struttura chiara e l'agevole percorso guidato attraverso i menu aiutano anche gli utenti meno esperti di PC a orientarsi rapidamente sulla piattaforma.

Informazione importante! Se un'impresa si avvale della soluzione settoriale MSSL per la direttive per una buona prassi procedurale, la tariffa annuale per questa direttiva si riduce del 50%.

 


La guida per la sicurezza sul lavoro


Dal 1998, l'Associazione PCS dispone di una soluzione settoriale MSSL approvata dalla CFSL che è stata rielaborata nel 2011 e ricertificata dalla CFSL/seco nel 2012. La sua struttura e le sue modalità d'applicazione sono identiche a quelle della direttiva sull'igiene. In altri termini sono semplici e chiare. Il sistema di sicurezza (manuale) e le liste di controllo aiutano l'addetto alla sicurezza (AdSic) a mettere in pratica le misure di sicurezza sul lavoro e di protezione della salute all'interno dell'impresa. La soluzione online offre il vantaggio seguente: le imprese dispongono sempre di documentazioni aggiornate e, in caso di novità, possono essere prontamente informate via e-mail. Il ricorso a specialisti della sicurezza sul lavoro come medici del lavoro, igienisti del lavoro, nonché ingegneri della sicurezza ed esperti della sicurezza è imposto dalla legge. Dato che il ricorso a questi specialisti avviene a livello collettivo, le singole imprese PMI possono risparmiare notevolmente sui costi. La soluzione settoriale MSSL è e rimane dunque il percorso ideale per il nostro ramo!

Informazione importante! Se un'impresa si avvale della soluzione settoriale MSSL per la direttiva sull'igiene, la tariffa annuale per questa direttiva si riduce del 50%.

 

 


Ecco come fare.

Una volta terminata la registrazione le vengono assegnati un nome utente e una password. Dopo averli inseriti, accede alla piattaforma sul server. Ora dispone in qualsiasi momento del suo manuale aggiornato e può procedere all'attuazione della rispettiva soluzione settoriale, in funzione delle sue priorità. Ovviamente, i dati vengono trattati in modo strettamente confidenziale e non possono essere visionati da terzi.

Le due soluzioni settoriali aiutano l'addetto alla sicurezza (AdSic) dell'azienda rispettivamente la persona responsabile della sicurezza alimentare (SAl) a mettere  in pratica quanto previsto dalla rispettiva soluzione settoriale. Le liste di controllo consentono di rilevare rapidamente lo stato dell'azienda e, dove necessario, di attuare le misure del caso che sono poi documentate per iscritto. La soluzione basata su server offre un altro vantaggio: tutte le documentazioni sono costantemente aggiornate e possono essere presentate agli organi di controllo. Grazie alla possibilità di caricare nelle due soluzioni settoriali sul server documenti specifici alle singole aziende, anche i collaboratrici e le collaboratori possono disporre dei documenti in questione in qualsiasi momento.
 


Formazione della persona responsabile della sicurezza alimentare e dell'addetto alla sicurezza

Costi del corso

I costi per i manuali su carta non sono inclusi nei costi del corso e saranno fatturati a parte. Valgono le tariffe applicate attualmente ai corsi della Scuola professionale Richemont di Lucerna. Nel caso di un numero sufficiente di iscritti, sussiste ovviamente la possibilità di organizzare il corso presso le singole sezioni.

La Scuola professionale Richemont di Lucerna (telefono 041 375 85 85, www.richemont.cc) sarà lieta di fornire maggiori informazioni sui corsi attuali.


In caso di domande si rivolga a:
PCS
Seilerstrasse 9
3001 Berna
031 388 14 14 oppure  d.jakob@swissbaker.ch

 

News «Direttive per una buona prassi procedurale»

14.04.2019 | Annuncio

Cari panettieri-confettieri,

Da subito, la versione tedesca delle nuove direttive per una buona prassi procedurale nel ramo della panetteria-confetteria (BPP) è a disposizione delle persone responsabili della sicurezza alimentare. Tutti i dati dei clienti immessi o caricati dalle aziende sono inseriti anche nel nuovo sistema. Questo vale illimitatamente anche per la soluzione settoriale MSSL per il ramo della panetteria-confetteria.

Vi auguriamo buon divertimento nel visitare la nuova piattaforma. Che possiate conseguire rapidamente i successi auspicati.

Svizzera romanda e Ticino
Per motivi tecnici, attualmente non è più possibile accedere alla piattaforma in italiano e francese! La traduzione delle nuove linee direttive e i lavori tecnici e grafici sono in corso e ci adopereremo per ultimarli quanto prima. Non appena la versione italiana e francese delle linee direttive saranno messe online, sarà nostra premura informare tempestivamente le aziende al riguardo.

 

News «sicurezza»

12.04.2018 | Primi soccorsi

sono stati rielaborati tenendo conto dei recenti alleggerimenti legislativi. Le documentazioni sono ora a disposizione delle singole aziende e possono essere riprese così come sono. Per quanto riguarda i primi soccorsi, la sfida è e resta la protezione dei collaboratori quando gli stessi si trovano a lavorare da soli (ad es. lavoro notturno, lavoro a turni o lavoro domenicale). I primi soccorsi e una catena di salvataggio funzionante devono essere sempre garantiti a tutti i dipendenti, indipendentemente dai loro turni di lavoro, siano questi entro o al di fuori del normale orario lavorativo. In caso di emergenza, chiunque lavori da solo deve essere in grado di poter chiamare i soccorsi nelle immediate vicinanze della sua postazione, ad esempio per telefono o telefono cellulare, via radio o tramite il dispositivo d’allarme di „uomo morto“. Bisogna garantire che ogni richiesta di aiuto sia ascoltata a qualunque orario, anche notturno. 

Trasporto di merci pericolose su strada con un documento di trasporto unico 
Visto che le aziende alimentari hanno spesso dei depositi centralizzati e devono occuparsi della distribuzione al dettaglio nelle diverse filiali, non si può escludere che - ai sensi della legislazione sulle merci pericolose - possano appunto essere trasportate delle sostanze classificate come tali. Le „merci pericolose“ sono prodotti/oggetti chimici, bombole di gas, ecc. da cui può derivare un pericolo per la sicurezza pubblica durante il loro trasporto (ad es. in caso di incidente stradale o avaria). 

Se le sostanze pericolose vengono trasportate tramite mezzi pubblici o su suolo pubblico, bisogna ottemperare alle varie disposizioni della legge sulle merci pericolose. Abbiamo pertanto deciso di semplificarvi il lavoro aggiungendo il modello di documento di trasporto al al capitolo 6.1.5.